May 18, 2024 at 12:55 am

La sedia vuota

La sedia vuota
La musica mi parla in Rue Marché-aux-herbes. Le note di una vecchia canzone francese, suonata da un gruppo di stanchi zingari.

Seduto al centro di un uragano di lingue e parole.

La blogger danese alla mia sinistra mi chiede se ho una sigaretta.

Di fronte a me quattro spagnoli bevono caffè annacquati.

Alla mia destra alcuni operai sistemano il pavé della piazza.

Tutto intorno: musica, lavoro, voci, universo. 

Rumori.

In realtà, è silenzio, se confrontato col fragore che emana la sedia alla mia sinistra, vuota, vuota.
0 likes L'ultima stazione del mio treno
Share: / / /

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>