Paolo Panzacchi
L'ultima stazione del mio treno

April 17, 2024 at 9:49 am

Il primo capello bianco

Il primo capello bianco
Sarebbe dovuto arrivare, prima o poi.

Ti guardi allo specchio per una vita.

Una mattina, lo vedi.

Il primo capello bianco della tua vita.

Contravvieni alle tue regole e ti accendi una sigaretta in bagno.

Fai l’elenco delle mine antiuomo sul tuo corpo: oggi ne aggiungi una.

E’ la vita che cresce, che passa, che incide solchi, che ti ricorda che va avanti e che un giorno finirà.

La mia ricomincia anche oggi, con i colpi di tosse, i polmoni che cercano aria, il corpo che non sempre risponde al controllo, la testa, quella me la sono fottuta anni fa.

Anche oggi respiro. Col mio primo capello bianco.
0 likes L'ultima stazione del mio treno
Share: / / /

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>