December 5, 2019 at 9:39 pm

Mario

Mario
La solitudine, Mario, tu la conoscevi bene. Come la conosco bene io. Come la conoscono in molti. Come molti la conosceranno. Non la si rinnega, la si vive e basta. 

Colpa nostra?

Colpa tua?

Pensaci su.

Ti saluto così, senza formalità.

Ciao!
0 likes L'ultima stazione del mio treno
Share: / / /

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>