Paolo Panzacchi
L'ultima stazione del mio treno

December 5, 2019 at 10:36 pm

Nebbia e nicotina

Nebbia e nicotina
Via D’Azeglio con la nebbia, il salotto di Bologna avvolto in una coltre fredda e fastidiosa. Camminarci in mezzo è come essere in apnea. Griffe costose. Ragazzine sboccate imbalsamate nei loro abiti con firma. Professionisti che si danno un tono, solo perchè hanno un cappio colorato al collo e una ventiquattr’ore. La stanchezza che ognuno di noi sente è perchè queste cose le avverte, magari non distintamente, ma sa che qualcosa non va come dovrebbe. 
Mi accendo una sigaretta di fronte ad un locale: giovani che fanno aperitivi, vecchi che fanno aperitivi.
Arrivi sempre a quel punto in cui ti chiedi cosa ti manca, cosa ti abbia fatto diventare uno sputasentenze, cosa ti abbia portato a scrivere, cosa invece ti abbia fatto smettere di prendere la vita con quella leggerezza che sa di incoscienza, ma così non è! Perchè prendere la vita leggermente non vuol dire vivere a spanne, non vuol dire che se “campi a quarti d’ora”, come me, sei un irresponsabile. Vuol dire che la vita scappa via, vuol dire che te la vuoi tenere stretta, vuol dire che ne vuoi cogliere ogni attimo. Vuoi scriverlo. Vuol dire che non ti imbarazzi a stare fermo in una strada a respirare nicotina e nebbia e goderti le vite degli altri. La tua, di vita, va bene così. Ti senti vivo e pieno di energia anche solo attraverso gli occhi e le sensazioni che provi.

Nebbia e nicotina.

E tanti auguri al moralismo. 

E tanti auguri al qualunquismo. 

E tanti auguri a chi ha il sorriso da ebete.

E tanti auguri a chi ci sta crepando in questo paese di merda.
0 likes L'ultima stazione del mio treno
Share: / / /

One thought on “Nebbia e nicotina

  1. irislatika scrive:

    tranne la frase finale, io direi che è una vita di , cmq sono d’accordo, sopratutto per quanto riguarda la sensazione illusoria che potrebbe”” far star bene un cravattino e una ventiquattrore quando invece questa societa’ ci ha solo ingabbiati in un ciclo da cui è solo se si esce che si può esserne consapevolmente più sereni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>